Ha ancora una ragion d’essere in questo contesto storico, sociale ed economico battersi con forza e determinazione per la tutela dei diritti umani?

I diritti umani, costituiscono quel nocciolo fondamentale -” common core”- di ogni ordinamento democratico in quanto è da essi e su di essi che si parametrano ed attuano altri diritti e valori co-essenziali, quali la democrazia e il principio dello Stato di diritto, tra l’altro valori fondamentali e fondanti l’Unione europea.

Ispirandosi alle sue matrici filosofiche ed umanistiche, memori dei disastri provocati dalle scellerate guerre mondiali e dall’oscurantismo della ragione di quegli anni, tali valori, lungi dal rimanere mere dichiarazioni di principio o programmatiche intenzioni, hanno trovato e ricevuto saldamente ancoraggio anche nel trattato istitutivo UE; altresì hanno ricevuto conferma e sono stati rafforzati anche mediante l’adozione di una Carta dei diritti fondamentali.

“La libertà è nella pluralità”, affermava Hannah Arendt, una delle voci che più di ogni altro hanno sofferto la discriminazione dei diritti umani, per cui, perimetrare un nocciolo di diritti è tanto più necessario quanto più si evolve la società umana.

Invero, il catalogo dei diritti della persona si è ampliato progressivamente, da un lato grazie al progresso civile, sotto la spinta di una sensibilità collettiva attenta a tracciare quel confine minimo inviolabile della dignità umana; dall’altro, ha inciso un fattore negativo, ovvero l’escalation delle “aggressioni” che i diritti umani subiscono, a causa del prevalere e riemergere di egoismi e interessi meramente economici o elitari mai sopiti, ma altresì  anche per effetto del progresso tecnologico.

Quella che era una lontana profezia descritta da Aldous Huxley in “Brave new world”, nella quale la libertà umana era fortemente messa in pericolo e oggetto di manipolazioni genetiche, purtroppo oggi  rischia di divenire un’allarmante frontiera e campo di battaglia dei diritti umani.

Orbene, dal 1989 abbiamo assistito ad una silenziosa modifica del concetto dei diritti umani, in quanto non ci si limita più solo ai diritti politici dell’uomo, ma altresì si offre tutela anche all’imprescindibile rispetto del diritto alla vita di ogni soggetto, allargando la tela dei diritti umani anche ai diritti sociali ed ai diritti collettivi, classificati diritti umani di seconda e terza generazione.

Inoltre, si è elaborata anche una speciale ed ulteriore categoria di diritti – di quarta generazione – che sono finalizzati a proteggere la lesione che ad essi può derivare dall’uso indiscriminato di processi tecnologici ed informatici ma anche dall’impiego delle biotecnologie.

COME SI TUTELANO TALI ESIGENZE A LIVELLO EUROPEO?

Ne consegue da logico corollario a quanto argomentato e premesso, che i paesi che intendono aderire all’Unione europea sono tenuti al rispetto dei diritti umani, come pure i paesi che con l’UE hanno concluso accordi di natura commerciale o di altro genere.

L’Unione europea protegge in maniera incisiva i diritti umani, riconoscendoli come universali e indivisibili. È pertanto impegnata a promuovere e difendere attivamente tali diritti, non solo al proprio interno in virtù delle sue leve legislative e giudiziarie, ma altresì facendosi portatore di essi anche nei rapporti internazionali con politiche di stimolo e persuasione. 

Ma cosa significa proteggere i diritti umani nella pratica e nel concreto agire?

Il campo di difesa dei diritti umani è polivalente ed eclettico, data la complessità e la delicatezza del suoi elementi costitutivi, richiedendo un’azione sinergica e coordinata su varie direttrici, civile, politico, economico e culturale, onde garantirne effettività ed efficacia.  

“Terza globalizzazione” e nuovo costituzionalismo…

Il processo storico-sociale è per sua natura liquido e dinamico, per cui monitorare la situazione dei diritti umani e apprestare una sua difesa è una sfida sempre viva. Si parla al riguardo anche di una “terza globalizzazione” complementare e per certi versi antitetica alle altre, che dovrebbe seguire a quella economica e dovrebbe avere ad oggetto la diffusione dei diritti umani su scala planetaria, dato che come ha posto un acuto osservatore come Sabino Cassese, dai movimenti no-global è emersa la necessità di riequilibrare le distorsioni che minano sottilmente ma sostanzialmente i diritti umani. Altre voci, come lo scrivente, più coraggiosamente sottolineano gli effetti positivi che un nuovo costituzionalismo potrebbe avere sulla scena globale, correggendo in fieri quegli aspetti negativi che ogni provvedimento politico, economico e giuridico potrebbe arrecare, svuotando di contenuto anni di conquiste.

Quali sono i principali diritti umani?

All’interno del perimetro della UE, ricevono piena tutela i seguenti diritti, che costituiscono il comune patrimonio universale di ogni ordinamento democratico:

  • Dignità

  • Libertà

  • Uguaglianza

  • Diritti dei cittadini

  • Giustizia

Visita il mio profilo per conoscere le mie  competenze e le”abilities” in tale materia:

http://www.linkedin.com/profile/edit?trk=hb_tab_pro_top

Have a raison d’etre in this historical context, social and economic battle with strength and determination to protect human rights?

Human rights are the core factors – the “common core” – of every democratic system because it is from them and on them that parametrano and implement other rights and values co-essential, such as democracy and the rule of law , among other core values and founding principles of the European Union.

Inspired by its matrices philosophical and humanistic, mindful of the disasters caused by the wicked world wars of reason and obscurantism of those years, these values remain far from mere statements of principle or programmatic intentions, have been found and firmly anchor well in the Treaty of Establishment EU, have also been confirmed and have been strengthened through the adoption of a Charter of Fundamental Rights.

“Freedom is in the plurality,” said Hannah Arendt, one of the voices that have suffered more than any other discrimination of human rights, for which, delimit a core of rights is all the more necessary as the human society evolves.

Indeed, the catalog of human rights has gradually expanded, first through the civil progress, under the pressure of a collective sensibility careful to draw that boundary a minimum inviolable dignity of the human hand, has recorded a negative factor, namely The escalation of “aggression” that human rights suffer, because of the prevalence and rise of selfish and purely economic interests or elitist never dormant, but also partly due to technological progress.

What was a distant prophecy described by Aldous Huxley in “Brave New World”, in which human freedom was highly endangered and subject to genetic manipulation, unfortunately risks becoming an alarming frontier and the battlefield of human rights.

However, since 1989 we have witnessed a silent change in the concept of human rights, as there is no longer limited only to the political rights of man, but it also offers protection even all’imprescindibile respect for the right to life of every person, enlarging the canvas of human rights including the rights to social and collective rights, human rights ranked second and third generation.

Moreover, it has also drawn up a special category of rights, and further – fourth generation – that are designed to protect the injury that may result to them by the indiscriminate use of technology and computer processes but also by the use of biotechnology.
HOW TO SAFEGUARD SUCH NEEDS A EUROPEAN LEVEL?

It follows from logical corollary to the arguments and circumstances, that countries wishing to join the European Union are obliged to respect human rights, as well as the countries with the EU have concluded a commercial nature or otherwise.

The European Union protects human rights in an incisive manner, recognizing them as universal and indivisible. It is therefore committed to promoting and enforcing those rights, not only internally by virtue of its levers of legislative and judicial, but also by being the bearer of them even in international relations with stimulus policies and persuasion.
But what it means to protect human rights in practice and in the concrete action?

The field of human rights is versatile and eclectic, given the complexity and delicacy of its constituents, requiring coordinated and synergistic action of various lines, civil, political, economic and cultural, in order to ensure effectiveness and efficiency.
“Third Globalization” new constitutionalism, and …

The socio-historical process is by nature fluid and dynamic, so monitor the situation of human rights and apprestare its defense is always a challenge alive. We talk about it even a “third globalization” complementary and in some ways antithetical to the other, which should follow the economic one and should be designed to spread human rights on a global scale, because as he placed a keen observer as Sabino Cassese, the no-global movement has emerged the need to balance the distortions that subtly but substantially undermine human rights. Other items, like the writer, more boldly underline the positive effects that a new constitutionalism might have on the global scene, correcting those negative aspects are proud that all measures political, economic and legal might cause, emptying the contents of year achievements.
What are the main human rights?

Within the scope of the EU, they receive full protection, the following rights, which constitute the common universal heritage of every democratic system:

    Dignity
    Freedom
    Equality
    Citizens’ rights
    Justice

Visit my profile to know my skills and “abilities” in this issue:

http://www.linkedin.com/profile/edit?trk=hb_tab_pro_top

 Valentino Cerrone

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: